Clinica mobile

clinica mobileLo svolgimento di attività cliniche direttamente “in campo” costituisce oggi uno degli elementi fondamentali della formazione dello studente in medicina veterinaria soprattutto per quanto riguarda la clinica dei grossi animali, sia da reddito (bovini, suini, piccoli ruminanti)  sia del cavallo.

Questo tipo di attività rappresentano le realtà operative del  Medico Veterinario libero professionista svolgendo  la sua funzione al di fuori dell’Ospedale veterinario e costituiscono una occasione eccellente per condurre lo studente sul territorio per costruire, insieme al professionista, l’approccio più adatto alla patologia diagnosticata.

clinica mobile

Le attività cliniche sul campo vengono svolte regolarmente direttamente dai colleghi che operano nei reparti dell’ospedale e, con finalità prettamente didattiche, il servizio denominato CLINICA MOBILE, incrementa la attività sul territorio nei periodi di turnazione esercitativa clinica degli studenti del quinto anno. Durante tale periodo saranno attivi docenti specifici per i servizi clinici sul campo in modo da garantire a tutti gli studenti la possibilità di partecipare attivamente a tale servizio. Grazie alla frequentazione delle uscite della Clinica Mobile con finalità didattiche, gli studenti hanno diritto alla erogazione di un credito formativo.

Contatti: clinicamobile.vet@unimi.it

Le uscite per attività clinica in campo vengono organizzate attraverso l’impiego di idoneo mezzo per trasporto di un massimo di  8 studenti  che si muove dall’Ospedale Grandi Animali di Lodi e che ivi fa ritorno dopo le attività cliniche svolte in campo.

N.B. Per agevolare studenti che si servono del trasporto ferroviario è previsto un servizio specifico di navetta nel giorno delle uscite che parte dalla stazione di Lodi alle ore 8,20

Gli studenti che partecipano alle attività dovranno essere abbigliati secondo quanto previsto per le attività ospedaliere anche per quanto concerne l’impiego di idonee calzature di sicurezza, stivali o scarponcini. Gli spogliatoi dell’ospedale sono a disposizione per lo scopo. Saranno inoltre  forniti elementi di protezione aggiuntiva, quando necessario, quali copricapo, mascherine, camici impermeabili monouso, guanti per esplorazione rettale,  soprascarpe impermeabili ad uso zootecnico, occhiali di protezione per le uscite che comportano interamente o parzialmente la cura e prevenzione delle lesioni podali nella specie bovina; eventualmente in tale caso saranno fornite anche cuffie insonorizzanti per limitare il rumore causato dai dischi rotanti  frequentemente impiegati per l’esecuzione del pareggio.

Nell’ambito delle attività sul campo sono previste tanto attività di sanità pubblica e di sorveglianza di allevamento (bovino, suino) tanto attività dirette a singoli pazienti nell’ambito di aziende agricole o allevamenti.

Lo studente acquisisce il diritto al credito formativo quando abbia dimostrata la partecipazione ad una uscita didattica con finalità di sorveglianza sanitaria sull’allevamento e a due di attività clinica su pazienti  appartenenti alla specie bovina, equina e suina : diagnosi di gravidanza, visite ginecologiche post-partum, chirurgia addominale in soggetti adulti e vitelli, castrazioni in bovini ed equini, ecografie dell’apparato genitale, di tendini, radiografie , endoscopie delle vie respiratorie negli equidi, visite per patologie neonatali nei vitelli e puledri.

Le attività formative svolte sul campo devono essere annotate dallo studente su apposito diario/registro personale (logbook) che può essere scaricato all’occorrenza direttamente dal link presente su questa pagina.

La attività svolta deve essere registrata  con riferimento alla manualità eseguita e al numero di pazienti su cui personalmente si sono effettuate le attività. In caso di attività identica ripetuta su più animali è sufficiente registrare il tipo di attività e indicare il numero di animali sui quali si è svolta.

Tali registrazioni dovranno essere opportunamente validate dal docente presente e responsabile della attività.

Lo studente è tenuto ad apporre la propria firma anche sul registro generale delle uscite didattiche del servizio di Clinica Mobile, registro costituito da una scheda riepilogativa dell’attività svolta nel corso della giornata “in campo” e compilata dettagliatamente in ogni sua parte ( orario di partenza, di ritorno, località  sede dell’uscita,   numero di animali visitati, specie di appartenenza,  procedure effettuate, etc.). Tale scheda, firmata inoltre dal Docente responsabile dell’uscita viene consegnata all’autista di turno che provvederà ad inoltrarla al responsabile del servizio.

Nella sezione "esperienze degi studenti" gli studenti che partecipano alle attività didattiche in campo con la "clinica mobile" possono condividere l'esperienza didattica inviando alla casella mail clnicamobile.vet@unimi.it un breve resoconto della uscita con le considerazioni circa i casi clinici valutati. La breve relazione può essere corredata da due immagini e dovranno essere indicati la data , il luogo della attività, nonchè il docente presente.

I resoconti inviati saranno valutati e pubblicati, per essere condivisi, nella sezione "esperienze degli studenti".