Competenze, prospettive e stakeholder

Day One Competences

Le Day One Competences rappresentano lo standard minimo di competenze richiesto per l’avvio verso i differenti ruoli della professione veterinaria.

Sono state formulate dal Coordination Committee for Veterinary Training (ECCVT) fondato nel 2004 dall’European Association of Establishments for Veterinary Education (EAEVE), dall’European Board of Veterinary Specialisation (EBVS) e dalla Federation of Veterinarians of Europe (FVE).

Il Corso di Laurea in Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Milano si impegna a garantire la trasmissione di queste competenze ai propri laureati.

Prospettive occupazionali

Il corso prepara alla professione di Medico Veterinario, che svolge la propria attivita` professionale al servizio della collettivita` e a tutela della salute degli animali e dell'uomo.
Nell'articolo 1 del Codice deontologico della Federazione Nazionale degli Ordini Veterinari Italiani si specifica che il Medico Veterinario dedica la sua opera:
- alla protezione dell'uomo dai pericoli e danni a lui derivanti dall'ambiente in cui vivono gli animali, dalle malattie degli animali e dal consumo delle derrate o altri prodotti di origine animale;
- alla prevenzione, alla diagnosi e alla cura delle malattie degli animali e alla tutela del loro benessere;
- alla conservazione e allo sviluppo funzionale del patrimonio zootecnico;
- alla conservazione e alla salvaguardia dell?ambiente e del patrimonio faunistico ispirate ai principi di tutela delle biodiversita` e della coesistenza compatibile con l?uomo;
- alle attivita` legate alla vita degli animali d?affezione, da competizione sportiva ed esotici;
- alla promozione del rispetto degli animali e del loro benessere in quanto esseri senzienti;
- alla promozione di campagne di prevenzione igienico-sanitaria ed educazione per un corretto rapporto uomo-animale;
- alle attivita` collegate alle produzioni alimentari, alla loro corretta gestione e alla valutazione dei rischi connessi alla gestione della sicurezza alimentare.

Competenze associate alla funzione:
Per svolgere adeguatamente le funzioni indicate il laureato in Medicina veterinaria dovra` acquisire competenze che gli permettano di operare nei diversi ambiti della professione. Per svolgere la propria funzione in ambito clinico il laureato in Medicina Veterinaria dovra` essere in grado di rilevare e valutare lo stato di salute e di benessere di un singolo animale o di un gruppo di animali e di sviluppare appropriati piani di trattamento nell'interesse dei pazienti, tenendo conto delle risorse disponibili. Per operare correttamente nell'ambito delle produzioni zootecniche dovra` essere in grado di valutare la condizione fisica, il benessere e lo stato di nutrizione di un animale o di un gruppo di animali e erogare consigli su principi di allevamento e di alimentazione. Per esercitare nell'ambito della sanita` animale il laureato in Medicina veterinaria dovra` essere in grado di sviluppare e consigliare programmi di prevenzione e profilassi per le singole specie animali in linea con gli standard accettati di sanita` e benessere animale e di salute pubblica, riconoscere i sintomi sospetti di possibili malattie denunciabili e zoonosiche e intraprendere azioni appropriate, compresa la notifica alle autorita` competenti. Per operare nell'ambito dell?ispezione degli alimenti di origine animale il laureato in Medicina veterinaria dovra` essere in grado di rilevare e valutare criticamente l?idoenità al consumo, l'igiene, la qualita` degli alimenti di origine animale.
Il Medico veterinario potra` svolgere la propria attivita` nell'esercizio libero-professionale, nell?industria della filiera zootecnica (mangimistica, integratoristica, selezione genetica e sviluppo delle produzioni), farmaceutica (consulenza e supporto tecnico, ricerca e sviluppo, regolazione e registrazione) e alimentare (igiene della produzione, tecnologie della trasformazione e gestione della produzione degli alimenti di origine animale), nell'Universita` e negli enti di ricerca, nelle agenzie e organizzazioni internazionali (EFSA, EMA, EU Food and Veterinary Office, OIE), nelle Forze Armate. Previo conseguimento di un diploma di Scuola di Specializzazione puo` inoltre trovare sbocco nel Servizio Sanitario Nazionale (ASL/ATS e Istituti Zooprofilattici Sperimentali).

Statistiche occupazionali (Almalaurea)
Milano
Stakeholders

Il corso dialoga con il territorio attraverso consultazione con le organizzazioni professionali, produttive e di servizio - a livello locale, nazionale e internazionale.

Parti sociali
Consultazioni con le parti interessate

ll dialogo continuo con le Parti Interessate rappresenta un importante strumento di monitoraggio della qualità dei CdS. Sono individuate, come Parti Interessate:

  • gli studenti che frequentano il corso di studi;
  • i docenti;
  • il personale tecnico e amministrativo;
  • l’Università degli Studi di Milano;
  • il Ministero dell’Istruzione; 
  • il Ministero dell’Università e della Ricerca;
  • il Ministero della Salute;
  • le Istituzioni regionali, nazionali e sovranazionali collegate al settore della Medicina Veterinaria; 
  • l’ordine professionale;
  • le imprese, i professionisti e le loro associazioni collegate al settore della Medicina Veterinaria.

La regolare consultazione con le parti interessate permette un collegamento stretto tra obiettivi e contenuti della formazione offerta e i profili professionali/culturali necessari al mondo della produzione, dei servizi e delle professioni.

Questo consente di formare laureati con competenze aggiornate e coerenti con il mercato del lavoro e di promuovere metodi didattici che assicurino la qualità dell’offerta formativa.

Linee guida

Per la consultazione con le parti interessate, Il Presidio di Qualità dell’Ateneo ha predisposto delle apposite linee guida consultabili al seguente link