Competenze, prospettive e stakeholder

Day One Competences

Le Day One Competences rappresentano lo standard minimo di competenze richiesto per l’avvio verso i differenti ruoli della professione veterinaria.

Sono state formulate dal Coordination Committee for Veterinary Training (ECCVT) fondato nel 2004 dall’European Association of Establishments for Veterinary Education (EAEVE), dall’European Board of Veterinary Specialisation (EBVS) e dalla Federation of Veterinarians of Europe (FVE).

Il Corso di Laurea in Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Milano si impegna a garantire la trasmissione di queste competenze ai propri laureati.

Prospettive occupazionali
L'accesso alla professione prevede, per la gran parte degli sbocchi occupazionali, il superamento dell'esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione e l'iscrizione all'albo di un Ordine Provinciale dei Medici Veterinari. Gli sbocchi professionali del Medico Veterinario comprendono:
· le attività professionali connesse alla cura e la tutela del benessere degli animali d'affezione e da reddito;
· le attività professionali connesse alla produzione e trasformazione degli alimenti di origine animale;
· le attività professionali nelle filiere agro-zootecniche e nell'industria farmaceutica;
· le attività professionali nell'Università e negli enti di ricerca;
· le attività professionali nelle agenzie e organizzazioni internazionali (EFSA, EMA, EU Food and Veterinary Office, OIE).
Statistiche occupazionali (Almalaurea)
Milano
Stakeholders

Il corso dialoga con il territorio attraverso consultazione con le organizzazioni professionali, produttive e di servizio - a livello locale, nazionale e internazionale.

Parti sociali
Consultazioni con le parti interessate

ll dialogo continuo con le Parti Interessate rappresenta un importante strumento di monitoraggio della qualità dei CdS. Sono individuate, come Parti Interessate:

  • gli studenti che frequentano il corso di studi;
  • i docenti;
  • il personale tecnico e amministrativo;
  • l’Università degli Studi di Milano;
  • il Ministero dell’Istruzione; 
  • il Ministero dell’Università e della Ricerca;
  • il Ministero della Salute;
  • le Istituzioni regionali, nazionali e sovranazionali collegate al settore della Medicina Veterinaria; 
  • l’ordine professionale;
  • le imprese, i professionisti e le loro associazioni collegate al settore della Medicina Veterinaria.

La regolare consultazione con le parti interessate permette un collegamento stretto tra obiettivi e contenuti della formazione offerta e i profili professionali/culturali necessari al mondo della produzione, dei servizi e delle professioni.

Questo consente di formare laureati con competenze aggiornate e coerenti con il mercato del lavoro e di promuovere metodi didattici che assicurino la qualità dell’offerta formativa.

Linee guida

Per la consultazione con le parti interessate, Il Presidio di Qualità dell’Ateneo ha predisposto delle apposite linee guida consultabili al seguente link